Il termine domotica proviene dal neologismo francese “domotique” che è la contrazione delle due parole domus (casa) e automatique (automatico), pertanto, casa automatica.
Si tratta di un impianto che permette la gestione dei carichi elettrici, una piattaforma “integrata”, “interattiva” ed “intelligente” capace di far comunicare tra loro i dispositivi coinvolti nel sistema.
L’attività legata al settore domotico mira all’integrazione delle tecnologie che consentono automazione negli edifici civili ed industriali e gestendo servizi attraverso sistemi intelligenti e programmabili.

I diversi impianti della casa diventano integrati e comunicanti tra di loro e reagiscono al verificarsi di un evento rendendo l’immobile intelligente.
Nelle abitazioni attuali coesistono apparecchiature anche costose che sono poco integrate tra di loro. Al contrario, nelle case domotiche, tutto è gestito da un sistema automatizzato a logica distribuita che permette un controllo intelligente dell’abitazione. Inoltre, la domotica, coniugata con le tecnologie termocinetiche ed isolanti, rappresenta potenzialmente il maggior fattore di approvvigionamento del cosiddetto “sesto carburante” (che sarebbe il risparmio energetico in edilizia). In questo campo, la nostra attività di impianti per il controllo degli edifici è valida sia per quelli Residenziali che per il Settore Terziario

Le caratteristiche principali della domotica sono le seguenti:

COMFORT

È semplificata la Qualità della Vita domestica, attraverso l’automatizzazione di tende e serramenti, la diffusione del suono e della musica nella casa, l’accensione delle luci centralizzata, la termoregolazione e l’attivazione di altri automatismi;

SICUREZZA

L’abitazione diventa protetta sia quando siamo in casa sia quando ci troviamo fuori. L’impianto domotico previene intrusioni, difende da pericoli o inconvenienti domestici come le fughe di gas, il black-out elettrico, attivando in caso di necessità le dovute contromisure;

RISPARMIO E RISPETTO AMBIENTALE

L’impianto domotico rispetta l’ambiente e usa intelligentemente l’elettricità e le risorse energetiche. Può climatizzare la casa, impostando la temperatura in zone distinte, gestibili separatamente. E poi, i consumi elettrici sono tenuti sotto controllo. Esistono inoltre dispositivi, che seguono il protocollo di comunicazione standard europeo per la domotica chiamato Konnex (KNX), che garantiscono addirittura un risparmio energetico fino al 50%;

COMUNICAZIONE E CONTROLLO

L’impianto domotico gestisce immagini, dati e musica all’interno della casa e permette di mantenersi in contatto con l’abitazione, anche se si è lontani, attraverso un protocollo di riferimento, come ad esempio l’Ethernet TCP/IP, il sistema LAN più diffuso al mondo, o addirittura il WiFi. Viene facilitato il controllo degli accessi ed è altresì realizzato il videocontrollo locale o a distanza. Bisogna inoltre considerare il tipo di committente per il quale s’installa un impianto domotico. Nel pannello sottostante è possibile selezionare quali sono le Vostre esigenze e soprattutto quali sono le soluzioni adatte alle Vostre necessità. Ciò che appartiene alla sezione Tutti è comune a tutte le altre

Vantaggi e svantaggi di una CASA DOMOTICA

VANTAGGI

  • VERSATILITÀ: È possibile disporre i dispositivi di comando in zone non consentite dagli impianti tradizionali;

  • SICUREZZA: La riduzione della sezione del cablaggio comporta una conseguente riduzione del carico infiammabile, rendendo così l’intero sistema più sicuro;

  • ADATTABILITÀ: Un impianto domotico è adatto a qualunque costruzione, che sia nuova o vecchia, ed è inoltre possibile utilizzare il cablaggio esistente modificandolo e integrandolo;

  • CONTROLLO REMOTO: È possibile gestire l’impianto domotico a distanza;

  • FLESSIBILITÀ: L’impianto è costruito in modo tale da funzionare comunque nonostante ci sia un guasto in uno dei dispositivi. Ciò dipende dal fatto che il sistema è costruito attraverso connessioni logiche.

  • RISPARMIO ENERGETICO: Le automazioni consentono diversi modi per risparmiare energia gestendo l’efficienza dei dispositivi che compongono l’impianto. Ogni settore può essere tranquillamente disattivato o programmato (ad esempio per fasce orarie) per l’accensione o lo spegnimento. Inoltre, se è presente anche un impianto di produzione di energia, quale fotovoltaico, geotermico o altro, la Domotica può monitorarne l’efficienza e segnalarne qualunque anomalia.

SVANTAGGI

  • COSTI leggermente più elevati: I dispositivi domotici sono naturalmente più alti rispetto a quelli dei dispositivi tradizionali. Però, la multifunzionalità di alcuni dispositivi, insieme alla riduzione del cablaggio, annullando in qualche modo la differenza. Inoltre, partendo dal presupposto che l’impianto domotico presenta vantaggi anche nell’ambito della gestione energia, è probabile che, nonostante il costo più elevato, l’impianto stesso permetta poi di guadagnare in qualche modo;

  • SPECIALIZZAZIONE dei tecnici: Per quanto la Domotica sia in rapida espansione, è comunque vero che molti tecnici tra installatori e progettisti non conoscono l’ambito della home automation.

  • DISINFORMAZIONE: Ancora non esiste una cultura domotica radicata nell’opinione pubblica. Pertanto, il progettista o installatore domotico deve mettere davanti al cliente i vantaggi e gli svantaggi del sistema, svolgendo un’azione educativa e spesso persuasiv

Open chat
salve,

siamo online.
Se vuole, ci contatti qui

Su questo sito Web utilizziamo strumenti che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Per ulteriori informazioni leggi la nostra informativa